domenica 19 maggio 2024

25/04/2024 09:08:54 - Maruggio - Attualità

«Il tracciato dell’opera, fortemente impattante, coincide con strade già esistenti: per Maruggio è previsto un percorso nuovo passante a sud dal centro abitato, ricollegandosi poi ad est con l’attuale Maruggio-Avetrana»

Sul tracciato definitivo della Regionale 8, interviene Gianfranco Cipriani. Ecco la sua opinione.

«Da 34 anni si sente parlare di questa fantomatica arteria strategica che, nata come una sorta di autostrada, si è ridotta negli anni ad una semplice “provinciale” a doppio senso di marcia. Finalmente in questi giorni conosciamo il tracciato definitivo che interesserà il nostro territorio, e mentre per gli altri comuni il tracciato previsto coincide con strade già esistenti, per Maruggio è previsto un percorso nuovo passante a sud dal centro abitato ricollegandosi poi ad est con l’attuale Maruggio-Avetrana.

Da una semplice occhiata sui grafici di progetto finalmente disponibili da ieri sul portale istituzionale del Comune di Maruggio, è evidente come questa opera sia fortemente impattante sul nostro territorio, dividendo l’area nord costituita dal centro abitato di Maruggio, dall’area a sud costituita da Campomarino e aree limitrofe. Infatti intersecando con la Maruggio-Campomarino tramite un ampio rondò non è previsto al momento alcun passaggio pedonale o ciclabile, medesima situazione per tutti gli altri rondò previsti lungo il percorso di nostra competenza, non sarà quindi più possibile recarsi a piedi o in bici presso le nostre vicinissime marine, perché ci ritroveremo questa arteria stradale per diversi tratti sopra elevata che non consentirà più di spostarsi tra Maruggio e Campomarino in quelle modalità sostenibili previste tra l’altro dal PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) adottato in via definitiva solo qualche mese fa.

E’ importante ora che Amministrazione comunale, enti pubblici, associazioni di categoria, e chiunque abbia a cuore il corretto sviluppo del nostro territorio; cerchino insieme di far valere le proprie esigenze su di un progetto “calato dall’alto” che presenta non poche criticità che devono essere affrontate, discusse e denunciate attraverso le previste osservazioni da produrre entro i prossimi 30 giorni come previsto per legge, e previo un’indispensabile incontro pubblico conoscitivo da organizzare per vie brevi!

La mobilità veloce tra le diverse aree della nostra regione è importante, ma non deve penalizzare territori con opere invasive ed impattanti che precludono una sostenibile mobilità all’interno dei territori stessi!».









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora