09/04/2015 17:15:19 - Provincia di Taranto - Cultura

La storia di un 27enne scrittore e aspirante giornalista

Coraggio di vivere. Daniele Milano, 27 anni, di Acquaviva delle Fonti, è un giovane scrittore e un aspirante giornalista. Laurea triennale in storia conseguita all’Università di Chieti, ora iscritto a Bari per la specialistica. All’età di cinque anni incontra il suo più grande avversario: una malattia. Daniele è affetto da distrofia muscolare di Duchenne, una malattia neuromuscolare, purtroppo progressiva. Ha perso l’uso normale degli arti. Si muove in sedia elettrica. Ha bisogno che qualcuno lo aiuti per qualsiasi attività. Sua madre è diventata le sue braccia e le sue gambe. La distrofia di Duchenne colpisce prevalentemente i maschi. Si manifesta nella prima infanzia con problemi nella deambulazione e causa prevalentemente complicanze respiratorie. Attualmente ancora non esiste una cura, la speranza è nella ricerca scientifica.
VOGLIA DI VIVERE - «Non mi sono mai scoraggiato - spiega Daniele - e ho vissuto la mia infanzia come tutti quanti gli altri bimbi, tra giochi e passatempi ormai diventati obsoleti nell’era della tecnologia. Ricordo con nostalgia il periodo in cui frequentavo la scuola elementare, epoca nella quale anche i cosiddetti “normodotati” iniziavano ad abbandonare le strade e a riunirsi nelle case intorno al focolare della prima Playstation. Sono riuscito ad andare avanti fino agli anni del liceo, in maniera serena».
GLI STUDI - «Ho frequentato il liceo scientifico a Cassano, scegliendo l’indirizzo che a mio avviso sarebbe stato il più semplice, solamente perché non prevedeva lo studio del latino. A scuola s’imparano non solo le nozioni di vita sociale, ma anche il modo in cui integrarsi e stare con gli altri e quindi, superata la fase caratterizzata dall’eccessiva timidezza, sempre tra i banchi, ho avuto un incontro significativo. Infatti, le riflessioni di una mia docente, hanno instillato nella mia mente i tarli del pensiero critico facendomi arrivare dopo innumerevoli riflessioni alla decisione che ha cambiato la mia vita. Così mi sono appassionato alle materie umanistiche».
LA MUSICA META - L «Amo la musica metal. In realtà non è un genere banale, ma un intero universo di suggestioni ed emozioni e se si viene colpiti da questo “virus” di solito non si può più guarire. Nel corso del tempo ho imparato, tuttavia, ad apprezzare ogni genere e sono stato rapito dalla bellezza della musica irlandese e celtica». E la passione per il giornalismo? «Ho cominciato a scrivere per diventare giornalista». Da un passo all’altro, ecco l’attenzione alla scrittura creativa. «Scrivo grazie ad un software di dettatura vocale, che mi ha consentito di terminare un romanzo storico, “Il Leone e la terra ribelle”. Una serie di racconti. Scrivere significa non pensare a nient’altro, cancellare ogni problema dalla mente, piccolo o grande che sia e entrare in una dimensione “altra”. Penso che poche cose possano dare questa sensazione, l’arte in generale e il narrare è una di queste».
L’ESORDIO DA SCRITTORE - «La vicenda che racconto è ad ogni modo fittizia, ma prende spunto da eventi realmente accaduti, che hanno legato insieme il sud ed il nord dell’Europa, in un’epoca estremamente importante, il Medioevo. Ed è per la precisione nell’XI secolo che dei semplici cadetti di famiglie nobili stabilite nel ducato di Normandia, per vari motivi percorrono il nostro continente, fino a mettersi al servizio dei signorotti che si spartiscono il potere nell’Italia a sud di Roma. Questi stessi avventurieri in pochi decenni porranno le basi per la creazione del futuro regno di Sicilia. La stirpe più famosa protagonista di questi eventi è senza dubbio quella degli Altavilla. Ed è proprio all’ombra del più illustre condottiero di quest’ultima, cioè Roberto il Guiscardo, che si sviluppa la parabola del giovane protagonista della storia narrata nel romanzo».

Fonte: web

 

 

_____________________________
E’ in rete la sesta puntata del “Prudenzano News”
“Miki Formisano, un uomo in un corpo di donna con una storia da raccontare”


img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora