18/10/2017 09:22:04 - Manduria - Cultura

L’evento rientra nel calendario di “Il Tempo Ritrovato”, importante rassegna di incontri letterari che accompagna da qualche anno l’inverno ravennate con la cura di Matteo Cavezzali e la collaborazione di Stefano Bon

 

L’ultimo lavoro dello scrittore manduriano Omar Di Monopoli, “La perfida terra”, sarà presentato questa sera nella storica biblioteca Classense di Ravenna.

Proseguendo il suo lungo cammino promozionale, il nuovo successo letterario di Di Monopoli arriva nella storica biblioteca cinquecentesca della città romagnola. L’evento rientra nel calendario di “Il Tempo Ritrovato”, importante rassegna di incontri letterari che accompagna da qualche anno l’inverno ravennate con la cura di Matteo Cavezzali e la collaborazione di Stefano Bon.

La storica biblioteca Classense è ospitata all’interno dell’Abbazia camaldolese, la cui edificazione ha inizio nel 1512. Per tre secoli l’Abbazia è stata oggetto di continui ampliamenti, divenendo nel corso del tempo uno dei più grandi e maestosi monumenti dell’Ordine Camaldolese. Complessivamente, il patrimonio librario a stampa della biblioteca Classense si stima in circa 800.000 unità bibliografiche. La maggior parte delle collezioni è di ambito umanistico, alle quali si affianca un cospicuo nucleo di opere di argomento scientifico.

All’interno di questa prestigiosissima sede l’autore manduriano porta il suo “Nella perfida terra di Dio” (Adelphi), a coronamento di un tour che ha già toccato numerosissime tappe lungo tutto lo stivale (da Crotone a Torino, da Milano a Lamezia Terme) e che continuerà sino alla fine dell’anno culminando il 10 dicembre a “Più Libri Più Liberi”, la Fiera dell’editoria indipendente in cui, in diretta radiofonica su RadioRai3, il romanzo concorrerà all’ambito titolo di “miglior libro dell’anno”.






img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora