10/08/2018 06:40:19 - Sava - Attualità

Questa sera a Sava, grazie a Calici di Stelle, il centro cittadino apre le porte agli enoturisti e alle altre migliaia di visitatori che vorranno apprezzare, oltre all’ottimo Primitivo di Manduria, le eccellenze, non solo enogastronomiche, di questa terra

 

La pioggia di lacrime di San Lorenzo in compagnia di un vino di rinomata qualità in una serata magica di

degustazioni e di stelle cadenti.

E’ arrivato il giorno che, da sedici anni, è il più atteso dell’anno. Questa sera a Sava, grazie a Calici di Stelle, il centro cittadino apre le porte agli enoturisti e alle altre migliaia di visitatori che vorranno apprezzare, oltre all’ottimo Primitivo di Manduria, le eccellenze, non solo enogastronomiche, di questa terra.

«Grazie alla collaborazione delle vinicole partecipanti e di tutti gli amici che ci hanno aiutato, abbiamo voluto fortemente anche quest’evento, consapevoli che lo sviluppo economico e sociale passa anche attraverso interventi mirati di conoscenza del territorio, mediante la promozione dell’agro-alimentare e  del turismo» le parole del sindaco di Sava, Dario Iaia, che, con il consigliere Mario Mancino, l’assessore Verdiana Toma, il resto dell’Amministrazione e l’Ufficio delle Attività Produttive, ha voluto e organizzato l’edizione 2018 di Calici di Stelle. «Quindi, ben fieri del grande successo degli scorsi anni, ci apprestiamo, con rinnovato entusiasmo, ad ospitare questa sera la nuova edizione di Calici di Stelle nel Comune di Sava. Si tratta di una manifestazione si è radicata nel tempo ed è l’evento atteso da migliaia e migliaia di enoturisti che verranno a visitare il nostro territorio, le nostre eccellenze produttive, fatti di produttori di nicchia, vanto della nostra tradizione e della cultura enologica nonché delle produzioni di qualità».

A Sava è tutto pronto. Oltre alla zona delle degustazioni del vino (le aziende del settore che hanno aderito sono più del doppio rispetto al passato), con sommelier pronti a servirlo nei calici di cristallo, vi sarà la zona in cui sarà possibile gustare alcuni piatti tipici della cucina locale.

«Ci sarà una degustazione dei vini guidata presso la Casa del Gusto e, ancora, il mercatino degli hobbisti in via Cinieri e tanto altro ancora» aggiunge il sindaco Iaia. «Lungo via del Prete, grandi protagoniste saranno le cantine.  Ricordo che una parte del ricavato dalla vendita dei calici sarà devoluto alle associazioni per le loro attività istituzionali . A completamento, in piazza Spagnolo Palma si potranno degustare i piatti tipici locali preparati dalle associazioni».

Poi ancora tanta cultura, arte e, chiaramente, musica sotto le stelle. Saranno aperti e quindi fruibili i due musei: il Museo dell'Olio ed il Museo Missionario Cinese e di Storia Naturale.

Vi sarà, altresì, infine, la possibilità di guardare le stelle guidati del Gruppo Astrofili Salentini.

Non manca, come ogni anno, la musica: gli ospiti musicali saranno il noto autore italiano Don Backy e la Grande Orchestra Italiana.

Non una sagra, come sovente rimarca il primo cittadino Iaia, ma una vetrina turistica e anche commerciale per il vino di questa terra, che sarà il protagonista assoluto della serata.

«Sarà un’edizione di Calici di Stelle da vivere tutti insieme» conclude Dario Iaia, «un’occasione per fare apprezzare il nostro territorio, il nostro vino ed i nostri piatti tipici alle migliaia di turisti che questa sera affolleranno le strade di Sava».






img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora