16/12/2018 10:57:37 - Sava - Attualità

Raggiunta la percentuale del 65%. Il premio ritirato a Bari dal sindaco Iaia e dal vice sindaco Piccolo

 

Sava per il quarto anno consecutivo è premiato da Legambiente regionale come Comune Riciclone con la percentuale del 65% di raccolta differenziata . Il premio è stato ritirato a Bari dal sindaco Dario Iaia e dal vice sindaco ed assessore all’Ecologia Mirko Piccolo .

«Siamo estremamente contenti per questo premio, con il quale viene riconosciuta la costanza dei savesi nel fare la raccolta differenziata. Per questo devo ringraziare tutti i cittadini che collaborano in questo servizio e che con il loro impegno ci consentono di rimanere su livelli importanti di raccolta differenziata». Così esordisce il sindaco Iaia. «Certamente si può fare e si deve fare di più. Negli ultimi tempi abbiamo notato, infatti, che vi è stato un certo rilassamento da parte di alcuni nel differenziare. Questo non è possibile e non possiamo permettercelo. Il nostro obbiettivo per il 2019 deve essere quello di superare il 70% di differenziata e so che possiamo riuscirci. Da questo punto di vista sarà fondamentale l'attività di comunicazione che verrà messa in campo nei prossimi giorni. Il controllo e le sanzioni nei confronti di chi non differenzia o lo fa male. La collaborazione da parte delle attività commerciali, dei ristoranti e dei bar che non possono, in talune occasioni, continuare ad ignorare che la differenziata la devono fare anche loro. E su questo aspetto saremo intolleranti: così come i cittadini anche gli esercizi commerciali devono differenziare e lo devono fare bene . Se non sarà così saranno soggetti a multe, senza se e senza ma . Solo così si creeranno le condizioni per ridurre la TARI».

Anche il vice sindaco Piccolo esprime grande soddisfazione.

«Ringrazio la dr.ssa Luigina Soloperto e tutta la struttura dell’Area Ecologia per gli sforzi che compiono ogni giorni, così come l'azienda ed i suoi dipendenti, nonostante le note difficoltà. Ricordo che a breve partirà il nuovo servizio e ci saranno dei cambiamenti importanti, soprattutto dal punto di vista dei costi di smaltimento che saranno per intero a carico del comune, così come le convenzioni con i consorzi di riciclo dei materiali che saranno concluse direttamente  dal nostro Ente . Per queste ragioni, stiamo lavorando per eliminare ulteriormente l'indifferenziato, eliminando per esempio i piatti di plastica nelle mense scolastiche. Nei prossimi giorni, terremo poi incontri pubblici con i cittadini per dare quante più informazioni possibili ai cittadini sul servizio».




img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora