16/03/2019 09:37:31 - Manduria - Cultura

Il vescovo dei poveri in un libro di Anselmo Palini

 

La sua gente lo aveva già capito da tempo. Vedeva in quel volto mite e benevolo, la personificazione dell’uomo di fede pronto a tutto per il bene dei suoi, un difensore strenuo, un padre sorridente e buono. Ora monsignor Oscar Arnulfo Romero, arcivescovo di San Salvador per soli tre anni (dal 1977 al 1980), è santo. Salito agli onori degli altari insieme a Giovanni Battista Montini, il Papa che lo aveva nominato vescovo nel 1970. Il percorso irto di ostacoli è giunto al traguardo e ha reso al martire del regime salvadoregno la giusta palma della santità. Il tardo pomeriggio del 24 marzo 1980 un sicario si intrufola nella cappella dell’ospedale, dove Romero stava celebrando, e gli spara dritto al cuore. Questa la testimonianza di un uomo schierato in prima persona al fianco di chi era povero e oppresso, in una realtà fortemente polarizzata, divisa tra molti ricchi e molti poveri.

Con questa premessa, lunedì 18 marzo, alle ore 18,30, l’associazione culturale ComodamentEventi propone la presentazione del libro “Oscar Romero. Ho udito il grido del mio popolo” (ed. Ave 2018) di Anselmo Palini presso la chiesetta della SS. Immacolata in Manduria. Dopo i saluti di don Franco Dinoi (arciprete della Chiesa Matrice) e di Vincenzo Baldari (priore della Confraternita dell’Immacolata), ne discuteranno l’autore (Anselmo Palini) e Nicola Ferrante (giornalista TV2000), con l’introduzione di Domenico Facchini (avvocato civile ed ecclesiastico).

Nell’ambito e a conclusione del percorso “RiConciliare giustizia, economia e solidarietà: tra utopia e realtà” la mattina del 19 marzo 2019 gli studenti del liceo De Sanctis-Galilei e dell’IISS Einaudi di Manduria conosceranno meglio la vita e il coraggioso esempio del nostro martire. Con i ragazzi sempre Anselmo Palini, Nicola Ferrante e Domenico Facchini.

 



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora