01/04/2019 11:27:00 - Avetrana - Attualità

«La realizzazione della strada Regionale 8 è la priorità del governo della Provincia di Taranto: con il Patto dei Sindaci lo abbiamo concordato sin dal primo giorno. Questo impegno intendo onorarlo»

 

La svolta per quest’opera pubblica è arrivata proprio attraverso il Patto dei Sindaci, che portò all’elezione a presidente della Provincia, circa quattro mesi fa, Giovanni Gugliotti. I sindaci dell’area orientale indicarono in questa strada la priorità del programma elaborato insieme all’allora candidato presidente Gugliotti. Accanto ai sindaci e al presidente della Provincia, poi, si è schierato con decisione il presidente provinciale di Confcommercio, Leonardo Giangrande.

«Si tratta di un’infrastruttura fondamentale per collegare Taranto ad Avetrana e per consentire all’intera terra ionica di cogliere tutte le opportunità legate allo sviluppo turistico» le parole di Giovanni Gugliotti, che ha rinnovato l’impegno a realizzare quest’opera. «A 4 mesi dalla mia elezione a presidente della Provincia, sono felice di condividere con i miei colleghi sindaci e con le comunità del versante orientale i primi risultati. Ad Avetrana, l’altro ieri sera, abbiamo presentato il progetto definitivo, che è al vaglio della Regione per la Valutazione d’Impatto Ambientale.

Dopo questo step, lavoreremo con la stessa caparbietà per completare l’iter amministrativo, con l’obiettivo di appaltare l’opera entro il 2019!».

Gugliotti ha auspicato un rinnovato impegno da parte di tutti, paventando un rischio.

«Se facciamo passare ancora altro tempo, corriamo il rischio di veder sfumare tutti i soldi, che potrebbero essere dirottati, come spesso è accaduto per la nostra provincia, al barese o al leccese» ha rimarcato. «Il danno sarebbe enorme. Io suggerirei, allora, di convocare una prima riunione interlocutoria della conferenza dei servizi, cui invitare i rappresentanti di tutti gli enti che dovranno poi esprimere il proprio parere nell’ambito della Valutazione di Impatto Ambientale. Poi procediamo con decisione sino ad ottenere il parere favorevole della VIA. I finanziamenti stanziati dovrebbero bastare, Inoltre, abbiamo l’assicurazione che il risparmio derivante dalla gara d’appalto resterà a disposizione per quest’opera. Nonostante i problemi delle ultime settimane e nonostante l’organico sia deficitario, la Provincia è pronta a far partire l’appalto non appena l’iter burocratico sarà completato».

Gugliotti ha anche indirettamente replicato alle critiche degli ambientalisti.

«Le infrastrutture servono, anche perché l’area orientale non può continuare a restare tagliata fuori dalle arterie a scorrimento veloce. Certo, l’ambiente deve essere tutelato, ma, rispetto a 30 anni fa, è cresciuta anche la sensibilità dei sindaci».



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora