28/05/2019 10:26:05 - Sava - Attualità

Dalla musica alle scienze, dalla storia al cinema, passando per l’ecologia e le fiabe, i tre ordini di scuola vedranno impegnati centinaia di alunni nella messa in scena e messa in opera di un’eterogenea varietà di manifestazione conclusive di progetti curriculari ed extra curriculari

 

È un ricco cartellone di eventi quello che l’istituto comprensivo “Giovanni Xxiii” di Sava ha predisposto per la fine dell’anno scolastico.

Dalla musica alle scienze, dalla storia al cinema, passando per l’ecologia e le fiabe, i tre ordini di scuola vedranno impegnati centinaia di alunni nella messa in scena e messa in opera di un’eterogenea varietà di manifestazione conclusive di progetti curriculari ed extra curriculari, senza tralasciare le attività di fine corsi PON.

E non poteva mancare, in questo, il consueto apporto dell’Amministrazione comunale, che ha deciso di inserire nel cartellone del Giugno Savese gli eventi del “Giovanni XXIII”, che si realizzeranno secondo il seguente calendario.

Mercoledì 5 giugno VAN GOGH TRA LUCI E SUONI

a cura delle classi SEDE “Tommaso Fiore” – sede Tommaso Fiore - ore 10.00

Mercoledì 5 giugno UN SOGNO PER DOMANI

a cura delle classi 5^ della Scuola Primaria “Gigante” - CINEMA SALERNO - ore 19.15

Lunedì 10 giugno PER GRAZIA RICEVUTA

Proiezione del corto filma cura degli alunni delle classi 3^ della sc. sec. di 1° grado

CINEMA SALERNO 1^ proiezione ore 17.30 - 2^ proiezione ore 19.30

Venerdì 14 giugno ODISSEA

Rivisatazione dell’opera a cura delle classi 1^ B e 1^ E della Scuola sec. di 1° grado - Atrio Sc. Sec. 1° gr. Corso Italia ore 19.15

Martedì 18 giugno C’ERA UNA VOLTA… UN PEZZO DI LEGNO - IL DIRITTO DI ESSERE BAMBINI

Rivisitazione dell’opera di collodi ispirata ai diritti dell’Infanzia - Piazza San Giovanni - ore 20.30

“Una realtà così viva come il territorio di Sava – dice la dirigente scolastica Anna C. Calabrese – non può che portare la Scuola ad essere motore primo e complementare di un territorio in continua crescita e ad offrire, noi in primis ai nostri Alunni, gli stimoli giusti, in ogni direzione, sollecitando ogni forma d’espressione, per aiutare loro stessi a conoscere la propria personalità e ad identificarsi nel giusto ambito operativo sul territorio stesso, dove torneranno così da cittadini consapevoli”.

Numerose anche le famiglie coinvolte e i docenti coinvolti nelle diverse manifestazioni. “Ci piace fare nostra – conclude la dirigente – una massima di Piero Angela, che vuole il bambino (nel nostro caso l’alunno, dall’infanzia alla secondaria di 1° grado) come un attore: più aiutato a migliorarsi dal desiderio di un applauso che dal timore dei fischi”.



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora