lunedì 28 settembre 2020

27/06/2020 10:19:24 - Sava - Attualità

Un messaggio di rinascita attraverso lo sport, ricordando Alex Zanardi

Un messaggio di rinascita attraverso lo sport.

E’ la grande staffetta “Obiettivo tricolore”, promossa da “Obiettivo 3”, l’associazione costituita su iniziativa di Alex Zanardi. E’ dalla voglia di condividere, di rinascere, di poter far provare anche ad altri le sue stesse emozioni che, nel 2016 (prima delle Paralimpiadi di Rio), è nato nello sfortunato campione il desiderio di regalare un’opportunità e di voler sostenere coloro che vorrebbero avvicinarsi allo sport, ma non possono.

“Obiettivo Tricolore” è un’iniziativa voluta da Zanardi: un lungo e appassionante viaggio che in due settimane (dal 12 al 28 giugno) vede oltre cinquanta atleti paralimpici passarsi di mano in mano il testimone partendo da nord, ai confini con la Svizzera, fino ad arrivare a sud, a Santa Maria di Leuca.

La staffetta arriverà oggi a Sava. Lo staffettista che partirà da Alberobello sarà il savese Pier Alberto Buccoliero. Classe 1987, Buccoliero, che da anni vive in Toscana, è un campione degli sport acquatici e del triathlon. La passione per lo sport nasce subito dopo un incidente che gli causò una paraplegia incompleta. Nel giro di poco tempo Buccoliero conquista successi importanti in più discipline: già dal 2010 si distingue nel canottaggio, ottenendo diversi podi in più gare. Poco dopo il passaggio alla canoa, sport completamente diverso ma in cui eccelle da subito, diventando nel 2016 il primo azzurro nella storia a conseguire ben due titoli mondiali. Infine le esperienze nel parabob e nel triathlon, che lo vedono nuovamente collezionare ottimi risultati fin dagli esordi.

Da piazza San Giovanni, sempre domani, partirà una nuova staffetta alla volta di Porto Cesareo. Gli atleti ufficiali, entrambi in handbike, saranno Leonardo Percoco, 52 anni, originario di Taranto, paraciclista di categoria H4 (si è trasferito in Trentino per lavoro), e Stefano Saccomanni, 33 anni, di Taranto, paraciclista di categoria H1 (sta muovendo i primi passi nel mondo paralimpico a bordo di un’easybike).

Insieme a loro, ma su una particolare bici a tre ruote, ci sarà il campione manduriano Leonardo Melle.

«Nei giorni scorsi mi ha telefonato il c.t. della nazionale paralimpica Mario Valentini, invitandomi a prender parte all’iniziativa» riferisce Leonardo Melle, che ha all’attivo una medaglia d’argento e una di bronzo ai Mondiali di paraciclismo in Sudafrica. «Ho immediatamente aderito: per me è un orgoglio essere presente a “Obiettivo Tricolore”, anche per l’amicizia che mi lega ad Alex Zanardi. Abbiamo partecipato, con la maglia azzurra, a diverse competizioni in tutto il mondo. E’ un grande uomo, che spero possa vincere anche quest’altra durissima battaglia.

Nel tratto da Sava a Porto Cesareo indosserò la maglia azzurra».

L’ultima tappa, alla quale avrebbe dovuto partecipare anche Zanardi, sarà, domani, quella che porterà gli sportivi da Porto Cesareo a Santa Maria di Leuca.







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora