lunedì 25 gennaio 2021

12/08/2020 09:51:10 - Manduria - Cultura

Questa raccolta, fresca di stampa, è stata curata da Paolo De Stefano

 

E’ stata pubblicata da “Piero Lacaita Editore”, postuma, l’ultima raccolta di “Saggi sulla letteratura italiana” di Walter Tommasino. Ispettore centrale del Ministero della Pubblica Istruzione, cittadino onorario di Manduria, il dott. Tommasino è venuto a mancare nel febbraio dello scorso anno. Questa raccolta, fresca di stampa, è stata curata da Paolo De Stefano.

«I saggi di Walter Tommasino sono solo taluni dei tanti che il nostro critico ha, di anno in anno, voluto inviare ai “Quaderni” delle rivista “L’Arengo” con amoroso zelo di ricerca, scientificamente corretta e culturalmente aggiornata» è riportato nella presentazione del volume firmata da Paolo De Stefano. «Tommasino non ha operato per schemi tradizionali, ma ha creato “quadri” o meglio “ritratti” di questo o quel personaggio ripercorrendo, con intelligenza storica e critica, il secolare patrimonio letterario più volte indugiando, attraverso una esercitata metodologia, o meglio un sistema epistemologico per lui convincente, l’opera sottoposta alla sua indagine esplicativa.

Contributi che sono testimonianze fra le più alte e le più originali della misura interiore e dello spirito di Walter Tommasino, sempre teso a quella verità di spirito e di forma che vien fuori da un senso di eleganza intellettuale e che fortunatamente permette all’arte di emergere nella sua vera essenza».

Il volume contiene nove saggi dedicati, nell’ordine, a Giovanni Boccaccio e alla sua battaglia linguistica; ad Ugo Foscolo, il poeta vate del Risorgimento italiano; a Leopardi e Giordani: una storia di cara amicizia; a Manzoni e il problema della lingua: divergenze, dispute, polemiche…; ad Ugo Foscolo traduttore; alle Lezioni brasiliane di letteratura di Giuseppe Ungaretti; a D’Annunzio, l’Imaginifico artefice della lingua; alla lingua e allo stile in Mal giocondo; a Luciano Bianciardi, tra espressionismo e sperimentalismo.

Uomo di alti e nobili sentimenti, di profonda e specifica cultura letteraria, studioso di ampi panorami di letteratura italiana, Walter Tommasino è stato umanista dalla sapienza confortata da una salda conoscenza della cultura greca e latina.

Si è occupato anche di storia patria con una duplicità di interessi verso la patria di nascita (era originario della Campania) e quella d’adozione: sicché nella sua produzione coesistono e cronologicamente si intrecciano sia gli studi in qualche modo connessi alla patria di origine, sia gli scritti legati alla nuova patria: i primi quasi rigenerano un legame antico insopprimibile, gli altri riflettono l’intimo bisogno di metter radici - anche attraverso lo studio della storia e della cultura - nella comunità in cui la vita [lo] ha portato a vivere.

Walter Tommasino è stato protagonista della vita culturale di Manduria. La stima e l’apprezzamento nei suoi confronti sono stati e sono unanimi e incondizionati.




img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora