giovedě 11 agosto 2022

26/07/2022 08:47:25 - Manduria - Altri Sport

Micelli ha conquistato, a soli 21 anni, la cintura di campione italiano professionisti per la categoria 66 kg della federazione Fight1

Successo sia di pubblico presente che in diretta sul canale Youtube del Messapicum Fighting Championship VII, evento di sport da combattimento che ormai da 10 anni viene organizzato dal Centurion Club Manduria del maestro Giulio Morgante e da tutto il suo staff, sotto l’egida della Federazione Italiana Fight1 e mondiale Gamma.

Per l’edizione 2022 erano previsti 11 match di livello internazionale, con atleti provenienti da tutta Italia, dal Senegal, dall’Albania, dalla Georgia e dalla Thailandia, con 3 cinture internazionali Amateur nelle categorie di peso 57 kg, 70 kg e 84 kg e una cintura di campione italiano professionisti categoria 66 kg.

Purtroppo era in previsione anche un’altra cintura professionisti nella categoria 70 kg che sarebbe dovuta essere messa in palio nel combattimento tra il giovanissimo manduriano doc Daniele Scagliusi e il tunisino di adozione spagnola Meguro Wallid, ma il nostro Scagliusi si è infortunato qualche giorno prima del match e non ha potuto disputarlo. Facciamo gli auguri di pronta guarigione a Daniele .

La serata è stata arricchita dalla presenza del cantante rap manduriano Carlo Alberto Mouri , il quale ha dedicato a Scagliusi il suo nuovo inedito, interpretandolo dal vivo in piazza a Manduria. Mouri ha anche accompagnato in gabbia con altri due suoi pezzi gli altri atleti del Team Centurion Club Manduria, ovvero Matteo Pichierri, savese di adozione sportiva manduriana, e il manduriano doc Piero Micelli.

L’evento è partito con 4 match amateur molto tecnici e belli da vedere, che erano accompagnati dagli applausi del pubblico presente.

La serata è entrata subito nel vivo con i 3 match per le cinture internazionali, tre bellissimi match molto duri e tecnici che hanno visto vincitori nella 57kg l’atleta tarantino di adozione sportiva thailandese Gabriele Lionetti; nella 70kg dopo 3 round intensi, l’ancora campione di categoria ed imbattuto, georgiano di adozione sportiva altamurana,Jjimi Tchintcharauli; nella 84 kg il giovane atleta tunisino che si allena ad Altamura Samir Selmì, ha vinto ai punti meritatamente.

La main card della serata prevedeva 4 match professionistici.

Il primo è stato tra Claudio Alfieri di Torino e il savese, che si allena alla Centurion Club Manduria, Matteo Pichierri. Pichierri ha vinto l’incontro, iniziato con scambi molto duri, per abbandono del suo avversario al primo round .

Il secondo match è stato quello tra Ibrahim Tine (Senegal) e Riccardo Vita (Massa Carrara): è stato vinto da quest’ultimo per abbandono alla seconda ripresa dall’atleta senegalese.

Nel terzo match si sono confrontati due atleti senegalesi che si allenano in Italia, Ndiobo Seck e Lion Sow. Match molto duro tra i due, che viene vinto alla seconda ripresa da Seck per infortunio al bicipite del suo avversario.

Nell’ultimo match della serata vi era in palio la cintura di campione italiano professionisti nella categoria 66 kg. Se la  sono contesa Francesco Labellarte di Parma e il giovanissimo manduriano Piero Micelli, che si allena anch’egli alla Centurion Club Manduria. Micelli, dopo tre round durissimi con bellissimi scambi di pugilato e di lotta, si è aggiudicata meritatamente ai punti la vittoria, divenendo così, a soli 21 anni, campione italiano professionisti per la categoria 66 kg della federazione Fight1.

Finisce così in bellezza un’altra serata di sport organizzata, come ormai da 21 edizioni, dalla Centurion Club Manduria e dal suo staff  e che porta importanza ai giovani sportivi manduriani, mettendoli sempre in luce a livello internazionale.







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora