martedì 29 novembre 2022

25/11/2022 08:01:40 - Provincia di Taranto - Cultura

Dal 29 novembre al 3 dicembre 40 film e 10 eventi a palazzo Pantaleo, castello Aragonese, Ketos, conservatorio Paisiello

Cultura, storia e immagini dei Paesi bagnati dal «Mare Nostrum», con un affaccio anche al Medioriente, si incontrano a Taranto. Convegni, workshop, talk e 40 film provenienti da Tunisia, Marocco, Siria, Iran, Albania, Francia, Portogallo, Italia. Ai nastri di partenza la sesta edizione della Mostra del Cinema di Taranto che avrà come titolo «Mediterraneo Uno». Tutti gli eventi si terranno dal 29 novembre al 3 dicembre nella città vecchia tra castello Aragonese, Ketos – Centro Euromediterraneo del Mare, palazzo Pantaleo e conservatorio Paisiello.

Giunta al suo sesto anno, per il 2022 la MCT vuole dare il proprio contributo in termini culturali a sensibilizzare sull’importanza dell’unione tra i popoli. Il cinema può avvicinare gente, idee, tradizioni, economie, visioni del presente e del futuro. Taranto è la città ideale per diventare sede di una proposta di questa portata, un vero e proprio ponte tra l’Europa e il resto del mondo a sud del Vecchio Continente. La direzione artistica è del regista e autore Mimmo Mongelli, che si avvale di due curatori: il regista e produttore tunisino Habib Mestiri per la rassegna «Contemporary» con film di recente produzione sulla contemporaneità mediterranea, e l’avv.Annalisa Adamo, esperta nel campo ambientale, per la rassegna «M Sea» con pellicole sui temi naturalistici.

Tutti gli appuntamenti, incluse le proiezioni dei film, sono gratuiti per il pubblico.

Si parte il 29 novembre alle ore 19 nel conservatorio Paisiello con l’inaugurazione della mostra «Volti mediterranei» alla presenza del fotografo-viaggiatore Oronzo Scelzi.

Il 30 novembre ospite principale nel castello Aragonese l’ex presidente della Camera Luciano Violante per il convegno «Le rotte del Mediterraneo» e a seguire le prime proiezioni di film.

L’1 dicembre, sempre nel castello, talk «Il grande Mediterraneo» con lo scrittore e autore di inchieste Leonardo Palmisano e lo scrittore e docente universitario Niccolò Carnimeo. Poi proiezioni tra Castello e Palazzo Pantaleo.

Il 2 dicembre proiezioni tra castello e Pantaleo e a Ketos (palazzo Amati) workshop «Attori Sempre» con l’attore Michele D’Anca. Nella stessa serata, a palazzo Pantaleo, due incontri: «Produrre col mondo» con il produttore cinematografico Maurizio Santarelli e «Fellinismo» con il regista e sceneggiatore Eugenio Cappuccio.

Si chiude il 3 dicembre con il workshop «Scrivere il cinema» con Salvatore De Mola, sceneggiatore de «Il commissario Montalbano», proiezioni di film a Palazzo Pantaleo e la serata conclusiva nel Conservatorio Paisiello.

I film in mostra rappresentano un vero viaggio nel Mediterraneo. A partire dalle affascinanti immagini della Jonian Dolphin Conservation, passando per pellicole come “Fuocoammare” di Rosi, “Le Grand Bleu” di Luc Besson, produzioni di eccellenza come “Apotropos” di Salvatore Centonze e poi i lavori internazionali, come ad esempio LesSemblables di HabibMestiri (Tunisia), Il ritratto incompiuto di NikoAjazi (coproduzione Italia/Albania), “A very long movie” di Robeen Issa (Siria), Gardiendesmondes di Leila Chaibi (Algeria), “Andalousie, monamour” di Mohamed Nadif (Marocco).

Programma completo su www.mostracinemataranto.it e sulle pagine Facebook, Instagram, Twitter, TikTok dedicate alla MCT.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora