sabato 28 gennaio 2023

02/12/2022 12:12:49 - Provincia di Taranto - Attualità

L’assessore all’Urbanistica Francesco Depascale: «La priorità fondamentale del PIRT è sicuramente quella di riqualificare i paesaggi degradati dalle urbanizzazioni contemporanee e sappiamo bene quanto la nostra zona costiera abbia bisogno di interventi mirati e capaci a riportarla alla sua naturale bellezza»

Con un voto unanime il Consiglio Comunale ha approvato l’adozione del Piano d’Interventi di Recupero Territoriale (PIRT) della fascia costiera di Torricella.

«Il procedimento di adozione ed approvazione del PIRT è un passaggio fondamentale per lo sviluppo del nostro territorio – ha sostenuto l’assessore all’Urbanistica, Francesco Depascale – che, iniziato nel 2017 con la passata Amministrazione Schifone, stiamo fermamente portando avanti con il sindaco Francesco Turco.

È un percorso che sta procedendo secondo quelli che sono i tempi e la prassi amministrativa e mi preme comunque ringraziare quanti si stanno adoperando affinché tutto possa procedere per il meglio e soprattutto gli architetti Sergio Scarcia, redattore del PIRT, e Luigi De Marco, dirigente dell’Ufficio Tecnico del nostro Comune.

Ora – prosegue Depascale – si attiverà l’evidenza pubblica (pubblicazione, osservazioni,etc.) e si avvierà il percorso di consultazione della VAS (Valutazione Ambientale Strategica), redatta dall’ing. Angelo Micolucci.

La priorità fondamentale del PIRT è sicuramente quella di riqualificare i paesaggi degradati dalle urbanizzazioni contemporanee e sappiamo bene quanto la nostra zona costiera abbia bisogno di interventi mirati e capaci a riportarla alla sua naturale bellezza. Del resto, osservando quanto sta accadendo in questi giorni ad Ischia, una doverosa riflessione è necessaria e propedeutica ad un’azione forte a carattere nazionale sul tema dell’abusivismo e del relativo condono. Noi pensiamo di essere sulla strada giusta: sulle “ aree sensibili “ non solo non si costruisce più (PPTR docet) ma la valenza territoriale del PIRT ci permette di guardare ad una pianificazione urbanistica integrata con la salvaguardia idrogeologica e di miglioramento della qualità ambientale e paesaggistica.

Ovviamente, come amministratori – conclude Depascale -  ci aspettiamo anche che, attraverso il PIRT, si realizzi nel tempo un circolo virtuoso con importanti ricadute per il nostro territorio.

La possibilità di sanare tantissime situazioni comporterà l’afflusso di notevoli risorse nelle casse comunali. Sarà possibile ottenere finanziamenti regionali, nazionali ed europei e ciò comporta nuove opere pubbliche, lavoro per molte imprese e tanti disoccupati in meno e, soprattutto, una zona costiera abbellita e riqualificata».







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora