domenica 16 giugno 2024

07/06/2023 17:15:26 - Provincia di Taranto - Attualitā

L’Osservatorio Findomestic registra una leggera flessione (-0,5%) nel segmento della telefonia; crolla il valore dei consumi delle auto nuove (70 milioni, -18,4%), più che dimezzato rispetto a quello delle auto usate (155 milioni, -5,7); perdono il 10% l’elettronica e il 7,2% l’Information technology

Nel 2022 in Puglia sono stati spesi in beni durevoli 3 miliardi e 304 milioni di euro (dato che vale la nona posizione in Italia), il 4,7% in meno rispetto al 2021: una flessione che, come rileva l’Osservatorio dei Consumi Findomestic, realizzato in collaborazione con Prometeia e giunto alla ventinovesima edizione, supera sia il dato nazionale (-2,7%), sia quello delle altre regioni del Mezzogiorno (-3,7%).

“A penalizzare la regione sono state in particolare le contrazioni superiori alla media nazionale fatte registrare dai comparti delle auto nuove (-17,6% vs -11,2%) e usate (-5,4% vs -4,1%), alle quali, restando nell’ambito della mobilità, si contrappone un incremento della spesa in motocicli quasi doppio (+8,3%) rispetto alla media italiana (+4,4%)”, commenta Claudio Bardazzi, responsabile dell’Osservatorio Findomestic. “Quanto ai beni per la casa, solo il segmento dei mobili registra una crescita (+2,9%); quasi invariati gli elettrodomestici (-0,4%) e la telefonia (-0,2%), mentre l’elettronica (-8,8%) e l’information technology (-4,7%) fanno segnare cali più consistenti ma comunque al di sotto della media nazionale”.

L’ANALISI PROVINCIALE - Lecce (-3,8%), Brindisi (-4%) e Foggia (-4,6%) sono le province dove si registra un calo nei consumi in beni durevoli inferiore alla media regionale (-4,7%), mentre a Bari (-5%), Taranto (-5,3%) e Barletta (-5,6%) la flessione è più marcata. L’Osservatorio Findomestic rileva che nel 2022 una famiglia pugliese ha destinato mediamente all’acquisto di beni durevoli 2.086 euro (572 euro in meno rispetto alla media nazionale). Il primato regionale spetta a Bari (2.200 euro per famiglia), seguita da Brindisi (2.118), Foggia (2.057), Taranto (2.034), Lecce (1.998) e Barletta (1.997), che si colloca al 93° posto fra le 107 province italiane.

TARANTO - Nel 2022 il reddito per abitante in provincia di Taranto ha raggiunto quota 15.664 euro, con un incremento dell’8,4%, che in Puglia è secondo solo a quello di Foggia. Nel territorio la spesa complessiva in beni durevoli (465 milioni) è diminuita del 5,3%, con una spesa per famiglia di 2.034 euro (-5%). Il comparto dei mobili (92 milioni, +3%) e quello dei motoveicoli (12 milioni, +4%) sono gli unici in crescita, mentre i consumi di elettrodomestici (48 milioni) si attestano agli stessi livelli dell’anno precedente.

L’Osservatorio Findomestic registra una leggera flessione (-0,5%) nel segmento della telefonia, che alimenta un mercato da 48 milioni di euro; crolla il valore dei consumi delle auto nuove (70 milioni, -18,4%), più che dimezzato rispetto a quello delle auto usate (155 milioni, -5,7%); perdono il 10% l’elettronica, che vale 22 milioni, e il 7,2% l’Information technology, che ne vale 19.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora