martedý 21 maggio 2024

21/07/2023 13:39:00 - Manduria - Cultura

La cerimonia di premiazione si celebrerà in autunno a Lecco il 26 ottobre

È stata annunciata in questi giorni a Lecco, città da mesi in festa per i 150 anni di Alessandro Manzoni, la terna dei romanzi finalisti del premio internazionale intestato al padre della letteratura italiana.

«In principio era la Bestia», ultimo lavoro dello scrittore manduriano Omar Di Monopoli uscito qualche mese fa per le edizioni Feltrinelli, è uno dei tre titoli selezionati dalla giuria tecnica (gli altri due libri candidati al podio sono Emanuela Fontana e Paolo Malaguti). La giuria del rinomato riconoscimento, che da circa vent’anni scandaglia la produzione italiana e straniera alla ricerca di opere nelle quali sia presente una evidente prospettiva storica (il romanzo di Di Monopoli è ambientato nel 1799, a cavallo della Rivoluzione Napoletana, ed è incentrato sulla caccia in Puglia ad una misteriosa creatura selvaggia), vanta un albo d’oro di premiati di grande rilievo della cultura italiana, da Carlo Lucarelli a Ermanno Olmi, da Liliana Cavani a Valerio Massimo Manfredi.

Nominati dall’associazione “50&Più” della Confcommercio, il gruppo dei giurati è composto dal critico e scrittore Ermanno Paccagnini (presidente) cui si accompagnano giornalisti e studiosi come Alberto Cadioli, Gian Luigi Daccò, Gianmarco Gaspari, Luigi Mascheroni, Stefano Motta, Mauro Novelli e Giovanna Rosa. Ad essi si affianca una Giuria Popolare composta da circa 110 lettori, indicati dalle librerie di Lecco e provincia.

La cerimonia di premiazione si celebrerà in autunno proprio a Lecco, il 26 ottobre, presso la Casa dell’Economia della città de «I Promessi Sposi», nel corso della quale il notaio scrutinerà le schede per poi procedere alla proclamazione del vincitore.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora