giovedý 22 febbraio 2024

26/11/2023 08:59:42 - Manduria - Cultura

Nell’ultima settimana hanno relazionato Loredana Quaranta, Gabriella Andrisano, Giuseppe Pio Capogrosso e Giovanni Sammarco

 

Proseguono gli incontri promossi dal centro culturale di formazione permanente Plinio il Vecchio, su tematiche sempre interessanti.

Nell’ultima settimana hanno relazionato Loredana Quaranta (“La tavolozza del musicista – l’orchestra ed i suoi strumenti”), Gabriella Andrisano (“Imparare, ricordare, dimenticare”), Giuseppe Pio Capogrosso (“Dai Borbone, all’unità d’Italia – il passaggio del corteo reale del 1859”) e Giovanni Sammarco (“Destino e libero arbitrio – Il mito di ER – parte seconda”).

Ecco le sintesi dei loro interventi.

20 novembre

Prof.ssa Loredana Quaranta: la relatrice, con la sua presentazione ha entusiasmato i presenti. La stessa ha descritto l’orchestra come una tavolozza di strumenti e di suoni come la tavolozza dei colori, ai quali l’artista attinge per dipingere.

Ha, quindi parlato di Edward Benjamin Britten che è considerato uno dei più grandi musicisti inglesi di sempre.

Una delle sue opere più note è The Young Person's Guide to the Orchestra (1946),La guida del giovane all'orchestra opera 34 – Variazioni e fuga su di un tema di Purcell), è una composizione musicale del 1946, ispirata al rondò dalle musiche di scena composte da Henry Purcell . L'opera ha come sottotitolo Variations and Fugue on a Theme of Purcell -Variazioni e fuga del Tema di Purcell.Egli crea variazioni individuali per ognuno degli strumenti dell'orchestra, partendo dai legni, passando quindi agli archi, agli ottoni e infine alle percussioni. Britten riunisce quindi l'intera orchestra per una fuga, prima di riprendere il tema e concludere l'opera

La professoressa, richiamando Britten ha presentato e descritto, ogni strumento, facendo ascoltare, per ognuno, il proprio suono, per poi terminare facendo ascoltare tutta l’orchestra insieme.

21 novembre

La dott. M. Gabriella Andrisano ha fatto il punto sulle conoscenze ad oggi, alla luce delle moderne neuroscienze, sul funzionamento della macchina-cervello; premessa questa indispensabile per un approccio più consapevole ai concetti di apprendimento-memoria-oblio che saranno sviluppati nei prossimi incontri.

22 novembre

L’avv. Giuseppe Pio Capogrosso ha proposto, ad un attento uditorio, la rilettura del passaggio del corteo reale dei Borbone da Manduria del 1859 alternando aspetti di cronaca, sempre basati su citate fonti, ad aspetti più propriamente di narrazione storica. Di assoluto interesse la rivalutazione della partecipazione della città di Manduria ai moti per l’unità d’Italia; sempre basati su esaurienti citazioni bibliografiche.

23 novembre

Il prof. Giovanni Sammarco ha iniziato l’incontro con la lettura dell'opera "gruppo dei tirannicidi" di Crizio e Nesiote del 6' sec. a. C.., posta nell'agorà di Atene. Con questa opera i greci hanno trasmesso all'occidente il significato negativo di tirannia che prima era privo di connotazioni negative. Si riferisce all'assassinio di Ipparco,tiranno di Atene ad opera di Armodio ed Aristogitone a cui furono attribuiti subito onori perché, come si dirà a Roma "iuste,iure tyrannum occidere”.

La lettura dell”Urlo" di Munck ha evidenziato lo smarrimento dell'uomo in Europa tra 800 e 900.i colori rosso e nero assai accentuati, la deformazione del volto e del paesaggio sono specchio del dramma del protagonista. Le linee dritte invece della staccionata e la totale estraneità delle altre due figure umane, in contrasto con il resto evidenziano il completo isolamento del personaggio.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora