martedì 18 giugno 2024

29/12/2023 09:19:40 - Provincia di Taranto - Attualità

«Quando la politica è assente (come a Taranto succede), a governare è il mercato, lo scambio, la trattativa privata tra gruppi di interesse: Per il bene della città e per tutelare se stesso, è opportuno che Melucci rassegni subito le sue dimissioni da sindaco di Taranto»

Riceviamo, e pubblichiamo, un comunicato a firma del consigliere comunale di Taranto Gianni Liviano.

«Che la gestione degli appalti al cimitero fosse oggetto di interessi non sempre legali, poteva essere in verità facilmente intuibile. Che a tutelare questi interessi potessero provvedere anche importanti dirigenti del Comune di Taranto appare invece una questione inquietante, soprattutto se è confermata la correlazione tra questi dirigenti, alcune cooperative sociali vincitrici degli appalti e alcuni personaggi di spicco nella malavita organizzata locale.

Lasciando ai giudici la valutazione delle eventuali illegalità commesse, il problema che ci riguarda è di carattere politico.

Quando la politica è assente (come a Taranto succede), a governare è il mercato, lo scambio, la trattativa privata tra gruppi di interesse. Le deboli prospettive di sopravvivenza di questa Amministrazione comunale sono, allo stato,  interamente legate alle reazioni di domanda e offerta tra il sindaco e i singoli consiglieri comunali e nelle more dell’arrivo di oltre un miliardo e settecento milioni di euro sul nostro territorio, il rischio che la malavita organizzata si insinui nella gestione degli appalti è oggettivamente molto elevata.  

Per il bene della città e per tutelare se stesso, è opportuno che Melucci rassegni subito le sue dimissioni da sindaco di Taranto».









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora