martedì 23 aprile 2024

10/02/2024 17:50:27 - Manduria - Cultura

In scaletta, la settimana prossima, le conferenze di Leo Girardi, Paola Dinoi e Lucio Cavallone

 

Il centro di formazione permanente “Plinio il Vecchio” di Manduria ha proposto, nell’ultima settimana, altre tre conferenze. Ecco i resoconti.

Martedì 6 febbraio - Professore Luigi Neglia: “Nel mondo dei libri e delle biblioteche”, parte III

Il professore Neglia nella sua terza relazione ha illustrato il libro sotto due aspetti: formale e concettuale.

In seguito è passato ad analizzare la stesura di un libro moderno, quale dovrebbe essere, ma quale, talora non è per l’elevato costo della stampa che impone scelte tese al risparmio.

Il relatore si è poi soffermato, in particolare, sul formato, sulla copertina, sui preliminari, sul testo, nonché sulla posizione dell’indice, del sommario e della bibliografia.

Mercoledì 7 febbraio - Architetto Caterina Arnò: “Basilica di San Pietro in Vaticano. Origini e storia”

L’intervento dell’arch. Caterina Arnò, più che descrivere la Basilica di S. Pietro, ha posto l’accento sulle origini, partendo dal Circo di Nerone, alla Basilica Costantiniana per poi giungere alla progettazione della stessa, al colonnato del Bernini ideato come se volesse abbracciare tutti i fedeli presenti.

Si è soffermata poi, su alcune curiosità, sui vari “perché” e sui tanti dubbi che ancora oggi tengono impegnati studiosi, archeologi e scienziati circa l’esistenza della tomba dell’Apostolo Pietro.

Venerdì 9 febbraio – Professore Giovanni Sammarco: “La fuga del tempo in Seneca”, parte I”

Questo incontro è il primo di un ciclo di lezioni sul tema la brevità della vita. È un tema che ha attraversato tutta la cultura occidentale sin dal 7°secolo A.C. con il poeta greco Mimnermo di Colofone. È stata letta e commentata la lirica " come le foglie". Essa evidenzia la fragilità dell'uomo. Alla lamentela secondo la quale la vita è breve si oppone subito Seneca affermando che la vita è breve solo per colui che la spreca in attività inutili e perde la consapevolezza dello scorrere del tempo. La durata della vita, infatti, dipende da come l'uomo impara ad utilizzare il suo tempo. La posizione dell'uomo e la sua responsabilità sono evidenti. Un commento approfondito è stato fatto della lirica "come le foglie". L'uomo è paragonato alle foglie degli alberi che conoscono la fase primaverile ma che si avviano inesorabilmente verso la caduta autunnale. Questo concetto ha dato la possibilità di fare riferimento alla poesia leopardiana. Il carme 5 di Catullo ha reintrodotto il tema nella poesia latina proseguendo con Orazio e tornando a Seneca con l’epistola 1^ delle Lettere a Lucilio.

Questo, infine, il programma delle conferenze (relatori e tematiche) della prossima settimana.

Mercoledì 14 febbraio - Dr. Leo Girardi: “Il dolore fisico, il dolore psicosomatico”;

Giovedì 15 febbraio - Dr.ssa Paola Di Noi: “Sindrome fibromialgica: il dolore diffuso (in)visibile”;

Venerdì 16 febbraio - Avv. Lucio Cavallone: “Quando e come fare testamento, parte II”









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora