domenica 19 maggio 2024

12/04/2024 09:16:23 - Provincia di Taranto - Attualitā

«E’ una inaccettabile vessazione dei cittadini quando a non essere in regola è per prima la ASL»

«Continuano le notifiche di penali da parte della ASL per mancata disdetta delle prestazioni sanitarie a carico dei cittadini».

E’ questa la denuncia del segretario generale della FIALS Taranto Emiliano Messina.

«La legge regionale n. 26 del 2021 stabilisce che non si procede alla rivalsa per omesso versamento e omessa compartecipazione alla spesa sanitaria per la mancata disdetta delle prestazioni al 30 giugno 2016, per coloro i quali sono esonerati per legge dal pagamento del ticket sanitario. Per questo chiederemo chiarimenti al direttore generale della ASL Taranto sulla corretta applicazione della norma e sulla legittimità delle notifiche delle penali ai cittadini» annuncia Emiliano Messina della FIALS Taranto.

«È inaccettabile che si eroghino penali ai cittadini per prestazioni prenotate con diversi anni di distanza, senza che la ASL si sia dotata di un efficiente sistema che ricordi al cittadino anziano, solo e spesso privo di sostegno familiare, la data in cui lo stesso dovrà svolgere la prestazione sanitaria» evidenzia Emiliano Messina.

«Prima di erogare sanzioni ai cittadini bisogna che sia la stessa ASL a mettersi in regola rispettando a pieno i termini di legge per l’erogazione di tutte le prestazioni sanitarie. Non si può solo pensare ad erogare penali senza “essere ligi al dovere”» ricorda Emiliano Messina.

«Oggi abbiamo un problema di personale e di sottodimensionamento degli organici e si hanno problemi nell’abbattimento delle liste d’attesa. Infatti in questi giorni alcuni professionisti, tra cui gli infermieri e i tecnici di radiologia della radiodiagnostica, hanno già annunciato che incroceranno le braccia paralizzando l’abbattimento delle liste d’attesa se la ASL non remunererà il personale con le tariffe previste dal Governo nazionale per l’abbattimento delle liste d’attesa» continua Messina.

«Davanti ad una condizione così drammatica e ad una non sempre brillante performance nell’erogazione di appuntamenti per le prestazioni sanitarie da parte della ASL, è inaccettabile punire i cittadini con penali assurde», tuona Emiliano Messina.

«Come FIALS Taranto, unitamente alla nostra Confederazione CONFSAL, accenderemo un faro sulle sanzioni ASL per mancata disdetta prenotazioni prestazioni sanitarie anche di 10 anni fa, quando le prestazioni ASL erano spesso ai minimi termini e gli appuntamenti venivano dati anche ad anni di distanza» conclude Emiliano Messina.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora