domenica 23 giugno 2024

31/10/2017 07:26:07 - Sava - Cultura

Nel volume, l’autrice, architetto specializzata in restauro architettonico, realizza una ricognizione precisa e puntuale di tredici strutture ipogee, i trappeti appunto, analizzandone i caratteri costruttivi e arricchendo il tutto con rilievi e immagini

 

Sarà presentato venerdì sera, alle 18,30, presso la sala Lomartire del centro polivalente di Sava, il saggio di Marika Danila Milizia dedicato a “I trappeti ipogei di Sava: rilievi e studi per la conservazione”, edito da Esperidi.

A Sava è nota la presenza di diversi trappeti ipogei, luoghi di lavorazione delle olive, l’ “oro verde” la cui coltura caratterizza tutta la Puglia. Nel volume, l’autrice, architetto specializzata in restauro architettonico, realizza una ricognizione precisa e puntuale di tredici strutture ipogee, i trappeti appunto, analizzandone i caratteri costruttivi e arricchendo il tutto con rilievi e immagini che ne illustrano il degrado e/o la situazione attuale. Interessante poi è la proposta conservativa e di restauro.

L’autrice: Danila Marika Milizia dopo il conseguimento della maturità Artistica presso il liceo artistico “Lisippo” di Taranto, si laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Firenze. Nella medesima città, parallelamente al corso degli studi universitari, ha lavorato come coordinatrice e responsabile della direzione di mostre e musei d’arte di Dalì, Chagall e Picasso. Svolge la libera professione di architetto. Ha inoltre una specializzazione come restauratrice d’arte di materiali lapidei e si occupa anche di restauro di dipinti e ceramiche antiche. Alla professione integra l’attività artistica nel realizzare mosaici e applicazioni decorative di varia tipologia organizzando mostre d’arte personali o partecipando ad altre collettive.

La cerimonia di presentazione del saggio prevede i saluti del sindaco Dario Iaia e dell’assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Verdiana Toma. Introduce e modera l’editore Claudio Martino. In scaletta l’intervento di Massimo Prontera, presidente dell’Ordine degli Architetti di Taranto.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora