22/06/2019 09:44:41 - Sava - Cultura

Il corteo partirà da corso Italia, più precisamente dalla “cappella dello schiavo”. Previste diverse soste rievocative

Edizione numero 15 del Corteo Storico dello Schiavo questa sera (sabato), a partire dalle 18,30, a Sava. A proporre l’evento la Pro Loco di Sava, mentre la regia sarà curata da Lucy Contino.

Il corteo partirà da corso Italia, più precisamente dalla “cappella dello schiavo”. Previste diverse soste rievocative, fra cui quella dedicata alle varie interpretazioni della liberazione dello schiavo dalla prigionia, nel lontano 11 giugno 1605, sia secondo la Chiesa cattolica, sia secondo gli storici; quella della vita dei reggenti dell’epoca; quella sul motivo del cambio del santo patrono da Sant’Elia a San Giovanni Battista.

Dopo corso Italia, il corteo attraverserà via dello Schiavo, via Roma, via San Francesco, via Vittorio Emanuele, piazza San Giovanni, via Capitano Gigante, via farnese, via del Prete, piazza San Giovanni. Al termine del corteo, nel centro cittadino verranno accese le luminarie a ritmo di musica che daranno inizio ai tre giorni di festeggiamenti in onore del santo patrono savese.

Nel corteo sfileranno, introdotti dal gruppo dei tamburellisti della Pro Loco, i seguenti personaggi principali: lo schiavo Francesco, la baronessa Ippolita Prato con il marito; il padrino di battesimo dello schiavo Cav. Ottavio Prato e consorte; il notaio Angelo Greco e consorte; da Acquaviva, don Agostino Biase e consorte; da Maruggio, don Massafra e consorte; da Nardò, don Domenico Latorre e consorte; da Latiano, don Francesco Antonucci e consorte; da Ostuni, Domenico Conte e consorte; da Torre S. Susanna, Giorgio Rigli e consorte. La scena del battesimo nella chiesa della Mater Domini sarà a cura del sacerdote don Donato Del Martire.

 



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora