mercoledì 01 aprile 2020

06/02/2020 08:27:19 - Maruggio - Attualità

Realizza delle sculture lavorando la frutta

E’ un artista speciale. Realizza delle straordinarie sculture utilizzando un unico attrezzo: un coltello, affilato solo da un lato, che gli addetti ai lavori chiamano “stiletto tailandese”. Non usa i colori, ma i suoi lavori ne sono ugualmente ricchi.

Giuseppe Guida, 19 anni, di Maruggio, realizza sculture su frutta. E’ un’arte che arriva dalla Thailandia, praticata, in Italia, da non più di 50 appassionati.

«Pratico l’arte dell’intaglio tailandese» si presenta Giuseppe. «L’arte dell’intaglio di frutta e verdura è considerata uno dei dieci antichi mestieri della Thailandia: ha origine nel 1364 circa, durante la dinastia di Sukhothai, quando la consorte dell’imperatore Phra Ruang creò un trionfale buffet di frutta e verdura in occasione del festival di Loy Kratong.

Lei intagliò vari tipi di frutti e ortaggi, trasformando e creando frutta e verdure in fiori, foglie e animali. All’imperatore piacque molto e così ordinò che da quel giorno tutte le donne nella corte reale dovessero portare come dote, oltre alla bellezza e al galateo, anche la conoscenza artistica di questa bellissima disciplina».

Per Giuseppe questa è una passione nata da quando era bambino.

«Io lavoro nel settore della ristorazione: sono cameriere e bartender. Ho sempre coltivato questa passione e ultimamente ho frequentato corsi di formazione per perfezionarla».

Pazienza, precisione e tanta fantasia. Sono le doti di Giuseppe Guida capace di trasformare una zucca in un uccellino.

«La zucca si presta tantissimo ad essere intagliata».

Dalle varie tipologie di frutta, poi, Giuseppe ricava soprattutto fiori di svariati colori.

«Lavoro su melone, zucchina, patata e anguria (quando arriva il periodo). Dalla frutta si possono ricavare diversi tipi di fiori (ad esempio la rosa o il fiore di loto), le relative foglioline e dei centri simmetrici molto particolari».

E’ un piacere ammirare Giuseppe mentre intaglia la frutta, arte che ora insegna in corsi appositamente organizzati. Di quest’arte, però, vi è un aspetto negativo: le creazioni non si possono conservare a lungo.

«I meloncini, le angurie e le zucchine possono essere impellicolati con un panno umido. Se conservati in frigo, restano intatti anche per 10/12 giorni. Una volta esposti, chiaramente, la frutta va a male dopo un paio di sere».

Si ha, dunque, la certezza che ogni creazione di Giuseppe è una straordinaria opera unica.

 



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora