giovedì 11 agosto 2022

13/07/2022 17:54:02 - Puglia - Attualità

Il Lecce di nuovo in A a caccia di conferme e Bari di nuovo in B, tra calciomercato e multiproprietà

 

Due promozioni meritate e il ritorno nel calcio che conta per Lecce e Bari: si è conclusa così la stagione 2021/22, che ha visto i salentini ritornare di prepotenza in massima serie e i galletti biancorossi abbandonare finalmente le tristi vicende del fallimento societario del 2018 con l'agognato ritorno in serie B. La Puglia ritorna dunque protagonista sullo scenario nazionale con due società che sembrano intenzionate a lavorare sin da subito sul mercato per essere ancora più competitive nei campionati che inizieranno ad agosto: quali potrebbero essere i colpi di mercato più importanti?

Il Bari di nuovo in B, tra calciomercato e multiproprietà

Il fallimento del 2018 con conseguente esclusione dal campionato di serie B è una ferita ancora aperti per i tifosi del Bari, che hanno vissuto anni di grande sofferenza dal punto di vista sportivo. Ad accollarsi il compito di risollevare le sorti dei galletti fu già nelle settimane successive alla cancellazione dell'F.C. Bari 1908 la Filmauro della famiglia De Laurentiis, che in sole quattro stagioni è riuscita a ottenere due promozioni, dalla D alla Lega Pro e ora dalla terza serie alla serie B, restituendo all'intera città lo scenario calcistico che merita.

Oggi finalmente nel capoluogo pugliese si può parlare di calcio ad alti livelli e sognare un futuro molto più roseo, fatto di investimenti importanti sin da questo primo campionato da neopromossa. Per una squadra come il Bari, infatti, è d'obbligo pensare sin da subito alla possibilità di inserirsi tra le prime della classe, cercando quanto meno di puntare ai playoff, ma questo ovviamente richiede una programmazione attenta e la costruzione di una buona rosa già nella sessione estiva del mercato.

Il prossimo campionato di B sarà, peraltro, estremamente difficile, se pensiamo alla contemporanea presenza di squadre blasonate come il Parma, il Venezia, il Genoa, il Brescia e l'altra neopromossa Palermo, che punteranno con forza alla promozione diretta, ed è necessario muoversi subito per non restare indietro.

A tenere banco in queste settimane sono dunque due temi: il calciomercato, ovviamente, e il nodo multiproprietà, che già a Salerno ha creato non pochi problemi negli scorsi mesi. Se si intende guardare alla serie A in un'ottica di breve termine, infatti, andrebbe affrontato già adesso il discorso legato alla contemporanea proprietà da parte dei De Laurentiis di Napoli e Bari: come accaduto con la Salernitana di Lotito, infatti, in caso di promozione si verrebbe a creare una situazione per cui una delle due società dovrà essere ceduta, pena l'esclusione dal campionato.

Sul fronte prettamente tecnico, invece, si attendono le prime mosse del DS Ciro Polito, che in questi giorni dovrebbe peraltro rinnovare il proprio contratto con i biancorossi. Ancora nessun trasferimento è stato ufficializzato, ma si lavora per costruire la rosa a disposizione di Michele Mignani puntando innanzitutto sulla conferma di alcuni nomi: come riportato da BariToday, infatti, sono almeno 8-9 i calciatori scelti per ripartire in questa nuova avventura. Tra questi il portiere Frattali, i difensori Di Cesare, Pucino, Ricci e Terranova, ma anche Maita, D'Errico e Maiello e gli attaccanti Galano e Antenucci, ai quali andare ad affiancare nuovi validi innesti per la categoria.

È vicina l'ufficialità per Marco Bosisio, difensore del Milan classe 2002, mentre per il centrocampo si starebbe lavorando per rinnovare il prestito di Mallamo dell'Atalanta. In attacco piacciono il giovane Luca Moro e l'esperto Camillo Ciano, che in B rappresenterebbe un valore aggiunto.

Stando a quanto riporta Tuttomercatoweb, inoltre, sarebbe sempre più calda la pista Vogliacco per la difesa dei galletti. Il 23enne di proprietà del Genoa, nell'ultima stagione al Benevento, è peraltro una vecchia conoscenza barese, essendo cresciuto proprio nelle giovanili biancorosse.

 

Il Lecce di nuovo in A a caccia di conferme

Dopo aver sfiorato la promozione lo scorso anno, quando in A salirono Empoli, Salernitana e Venezia, il Lecce ha finalmente centrato l'obiettivo con un campionato quasi perfetto, tenuto in bilico solo dalla tenacia delle dirette concorrenti, che hanno fatto sentire il fiato sul collo ai giallorossi fino alla fine.

Il Lecce si riaffaccia così in serie A dopo due stagioni con tutta la voglia di non recitare un ruolo da comparsa. La lotta salvezza, come già affermano anche gli opinionisti sulle quote per il calcio dai principali giornalisti sportivi, non sarà affatto facile e vedrà coinvolte almeno 7-8 squadre, tuttavia un'oculata gestione del mercato potrebbe permettere ai salentini di costruire una valida rosa partendo da un'ossatura già di buona qualità.

Il direttore sportivo Trinchera ha iniziato a lavorare subito su questo fronte, segnando sul taccuino diversi nomi che potrebbero fare al caso di mister Baroni. Il primo nuovo acquisto a essere ufficializzato è stato Assan Ceesay, centravanti gambiano proveniente dallo Zurigo campione di Svizzera, dove ha messo a segno nell'ultima stagione 20 gol in 33 partite, ma già nei prossimi giorni potrebbero arrivare altri importanti annunci.

È infatti in dirittura d'arrivo l'ingaggio di Gianluca Frabotta, difensore classe '99 di proprietà della Juventus, con la formula del prestito, mentre per il centrocampo è sempre più calda la pista che porta al cagliaritano Deiola, sondato anche dal Monza e dall'Olympiacos. La concorrenza in questo caso non sarà facile da battere, ma lo staff giallorosso sembra intenzionato a fare sul serio per mettere subito a disposizione dell'allenatore una squadra altamente competitiva.

 







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora