11/01/2018 11:48:38 - Manduria - Attualità

Interverranno Anna Rita Morleo, autrice del libro “Sulle orme di una medaglia – Storia minima di un partigiano manduriano”, e Giuseppe Dimagli, nipote dell’eroe partigiano

Oggi pomeriggio, presso l’istituto comprensivo “Francesco Prudenzano”, sarà ricordata la figura di Cosimo Moccia, il carabiniere-partigiano che fu catturato dalla “X Mas” a Palcoda e fucilato a Tramonti di Sotto senza aver rivelato i nomi e i nascondigli degli altri partigiani, benché sottoposto a tortura.

Cosimo Moccia perse la vita il 10 dicembre del 1944, ad appena 22 anni. A questo eroe della liberazione fu inizialmente assegnata la medaglia d’oro al valor militare. Nella motivazione si ricorda come Moccia fosse stato “escluso dalla fucilazione che il comandante nazifascista aveva ordinato”, ma che “fiero dei suoi nobili ideali”, il carabiniere manduriano si rivolse “al nemico chiedendo che la sorte dei compagni fosse anche la sua”.

Per l’occasione saranno ospiti della scuola Anna Rita Morleo, autrice del libro “Sulle orme di una medaglia – Storia minima di un partigiano manduriano”, e Giuseppe Dimagli, nipote dell’eroe partigiano.



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora