mercoledì 17 agosto 2022

27/05/2018 09:23:12 - Manduria - Attualità

La lettera di Mimmo Fontana (Io Amo San Pietro in Bevagna) ai tre commissari straordinari

«L’estate è ormai alle porte ma San Pietro in Bevagna attende ancora urgenti interventi necessari per ripristinare la sicurezza e il civile vivere quotidiano nella frazione turistica».

Cosimo Fontana, presidente del comitato “Io amo San Pietro in Bevagna”, scrive ai tre commissari straordinari e al comandante della Polizia Municipale segnalando una corposa serie di disservizi e auspicando un celere intervento.

«Servono dei rallentatori sulla via principale della marina, nel tratto compreso fra la rotatoria fino al centro del paese, poiché, in assenza di una pista ciclabile e per pedoni, ogni anno si assiste a vere e proprie gare automobilistiche molto pericolose» ricorda Fontana. «Possiamo segnalare il decesso di due persone e centinaia di incidenti nel passato. Confidiamo di non dover stilare altri bollettini al termine della prossima estate. Occorre ripristinare le passerelle per disabili di accesso in spiaggia da Torre Borraco fino a Torre Colimena e il manto stradale in via delle Tuberose in contrada Torre Borraco.

Urge il ripristino della pubblica illuminazione e la rimozione della sterpaglia sulla via che dal Chidro porta a Torre Colimena: ormai sono due anni che si vive al buio, con rischio molto alto per i pedoni e della pubblica illuminazione in via dei Crescioni, via Fellone, via Piacentini, via Chidro (sono completamente al buio).

Si chiede lo spostamento del mercato etnico nella zona affidata e non nel tratto di passeggio retrostante piazza delle Perdonanze. Si faccia rispettare quanto prima la ZTL.

Si richiede un presidio delle forze dell’ordine o di vigili urbani per fronteggiare tutti i problemi che si creano. Si attende una pulizia più accurata dei luoghi, con maggiore attenzione della pineta e di piazza delle Perdonanze, punto di ritrovo di Rom e turisti mordi e fuggi dell’ultima ora, che non hanno rispetto dei luoghi, nonché l’installazione dei cassonetti per la differenziata lungo la costa, così da evitare i cumuli di spazzatura che si è costretti a vedere sulle spiagge, poiché i cestini presenti sono troppo piccoli. Vanno infine regolamentati anche i parcheggi lungo la costa, cercando di evitare quelli selvaggi sulle dune e lungo la litoranea, che limitano drasticamente la viabilità».







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora