21/12/2018 09:17:20 - Avetrana - Cultura

Si inizia domenica, alle 18, con “Il censimento di Betlemme”

 

Il Presepe Vivente in tre atti ad Avetrana.

L’Unità Pastorale di Avetrana (avvalendosi della collaborazione dell’Amministrazione comunale, della BCC di Avetrana, del Comitato Festa Patronale di San Biagio e dell’associazione Giostra dei Rioni “San Francesco d’Assisi”), ambienterà nella chiesa Madre e nel Torrione le scene classiche della Natività.

“L’attesa della speranza” è il tema del Presepe Vivente, che avrà il primo atto domenica prossima, alle 18, con “Il censimento di Betlemme”, un momento teatrale che coinvolgerà la comunità in una riflessione profonda sul Dio che si avvicina a noi, sul Dio che ha deciso di condividere la nostra condizione umana. Momento teatrale che avrà come “scene” la chiesa Madre, la piazza antistante l’edificio sacro e il Torrione.

Mercoledì 26 e venerdì 28 dicembre, sempre alle ore 18, sarà invece possibile visitare il Presepe Vivente, allestito all’interno del Torrione.

«Lasciamoci rendere semplici da quel Dio che si manifesta al cuore diventato semplice» l’invito degli organizzatori.

Questo il cast dei protagonisti delle varie ambientazioni del Presepe Vivente, con, in parentesi, i rispettivi ruoli: Elisabetta Matarelli (Maria), Santino Mangione (San Giuseppe), Margherita Maresca (Sant’Elisabetta), Simone Gioia (centurione), Maurizio Mangione (pastore), Eleonora Saracino (fornaia), Mimmo Lia (sacerdote), Giuseppe Saracino (locandiere), Michele Moscogiuri (popolano), Francesca Mero (popolana), Antonio Mangione (viandante), Marco Adriano (censitore). La regia è firmata dall’attore professionista Gino Cesaria.

 



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora