11/05/2019 09:23:25 - Manduria - Attualità

L’esito dell’incontro fra sindacati e commissario Saladino

Entro il termine previsto, ovvero mercoledì 15 maggio, i lavoratori del servizio di raccolta dei rifiuti riceveranno lo stipendio del mese di aprile.

E’ l’impegno assunto dal commissario straordinario del Comune di Manduria, Vittorio Saladino, il quale ha ricevuto i rappresentanti della Cgil Paolo Peluso (segretario generale per Taranto), Mimmo Sardelli (segretario Funzione Pubblica Cgil Taranto) e Lorenzo Caldaralo (segretario generale Funzione Pubblica Taranto), oltre ad una delegazione di lavoratori.

Quello del pagamento puntuale degli stipendi è una delle varie rivendicazioni dei lavoratori. Insieme al diritto ad una retribuzione riconosciuta nei tempi e nelle modalità previste dalla legge, sono stati rimarcati i mancati versamenti delle quote di previdenza complementare e delle quote del Fondo di assistenza sanitaria, e, altresì, il sottodimensionamento dell’organico rispetto alle indicazioni del bando (una quarantina di unità, a fronte delle 50 previste).

«Il dott. Cagnazzo, che ci ha ricevuti insieme al segretario generale, ha convenuto sulla legittimità delle rivendicazioni dei lavoratori» il commento, al termine del confronto, di Mimmo Sardelli. «Il primo impegno che ha assunto, in considerazione della interdittiva antimafia che ha interessato l’azienda appaltatrice del servizio, è quello di pagare entro il 15 maggio lo stipendio dei lavoratori. Poi ci ha manifestato la sua intenzione di aprire un tavolo di confronto fra il Comune, il sindacato, i lavoratori e il commissario che gestisce l’azienda, al fine di affrontare tutte le altre inadempienze».

Cgil e lavoratori si dichiarano soddisfatti dall’esito dell’incontro di ieri, anche se, chiaramente, ora attendono di verificare dei riscontri concreti all’impegni assunti dal Comune di Manduria.

«Quello del pagamento entro il 15 di ogni mese degli stipendi è solo il primo step» chiarisce Mimmo Sardelli. «Verificheremo se questo primo impegno sarà rispettato e poi attenderemo la convocazione per discutere delle altre rivendicazioni. Quella dei lavoratori del servizio della raccolta dei rifiuti di Manduria è una situazione assurda, non più tollerabile. Noi, normalmente, ci rivolgiamo ai Prefetti quando si verificano queste situazioni. Ecco il perché della nostra meraviglia: a Manduria ci sono già dei prefetti che guidano la città».

I lavoratori, infine, si sono dichiarati pronti a proclamare delle giornate di sciopero qualora l’attuale stato di agitazione non fosse sufficiente a ottenere il rispetto dei loro diritti.



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora