17/05/2019 20:08:32 - Manduria - Attualità

In programma l’incontro con la scrittrice Deborah Alice Riccielli

 

A Manduria si ritorna a parlare di donne, di bambini e di violenza, ma anche di libri e di emozioni. In prima fila, ancora una volta, l’associazione “Cicatrici”, da tempo attiva nell’organizzazione di forum e dibattiti su tematiche che, purtroppo, oggi sono molto attuali nella città messapica.

Domenica, alle 18,30, presso il chiostro dell’ex monastero delle Servite, “Cicatrici” proporrà l’evento intitolato “Sylvia e le altre”.

«Maggio è da anni il mese dedicato alla lettura e l’appuntamento promosso dall’associazione manduriana si inserisce proprio all’interno dell’edizione 2019 de “Il Maggio dei Libri”» è la premessa dell’associazione “Cicatrici”. «L’associazione propone l’incontro con la scrittrice Deborah Alice Riccielli, autrice del testo “Mille e più farfalle”, quattro racconti, quattro storie di donne, di bambini, maternità, ma anche di violenza assistita».

In questa occasione, il percorso portato avanti dall’associazione manduriana si è intrecciato all’impegno del centro educativo “Il Melograno”.

«Grazie alla dedizione della sua dirigente, Carmen Spinuso, e alle tante mamme che hanno voluto partecipare, si è dato vita ad un gruppo di lettura, che non ha solo avuto modo di leggere in anteprima il testo, ma che ha anche, interpretato e condiviso insieme il tessuto narrativo ed emotivo, convogliando emozioni, paure e desideri relativi al grande tema della genitorialità. Ed è proprio dall’esperienza di questo intenso gruppo di lettura che verranno fuori le domande per l’autrice, tutte a partire dalla prospettiva della maternità. Ad impreziosire la serata, le letture sceniche tratte dal testo interpretate dall’attrice Enza Merico».

L’evento, però, non si limiterà esclusivamente a presentare il libro: per “Cicatrici”, infatti, ogni appuntamento è un prezioso strumento di riflessione, discussione e crescita. Ecco perché, insieme all’autrice Deborah Riccelli, interverranno anche Annalisa Cardone, psicologa e psicoterapeuta, coordinatrice dell’Area di Prevenzione e Tutela Salute Donna della Regione Marche e l’assistente sociale Anna Solidoro, nonché segretaria dell’associazione e direttrice di una Casa Rifugio ad indirizzo segreto che accoglie donne e bambini in stato di difficoltà: con la loro esperienza professionale, ci parleranno di minori e violenza assistita.

La violenza, in ogni sua forma, non aspetta. Per fortuna neppure la cultura e il desiderio di continuare sulla strada della crescita personale e sociale.



img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora