giovedì 28 maggio 2020

14/01/2020 11:04:28 - Manduria - Attualità

«Per Michele Emiliano esistono cittadini di serie A e B, in base alla convenienza elettorale»

«Cattivi odori in città: il governatore Michele Emiliano si attivi per Manduria come ha fatto per Monopoli. No al “doppiopesismo” tra Comuni».

Ad intervenire su un problema oramai annoso per la città messapica è la consigliera regionale Francesca Franzoso.

«Per Michele Emiliano esistono cittadini di serie A e B, in base alla convenienza elettorale» è l’opinione della consigliera regionale Franzoso. «L’ultima conferma arriva dalla disparità di trattamento riservato al problema odorigeno di Monopoli e Manduria».

Poi Francesca Franzoso illustra le ragioni della sua convinzione e, quindi, delle critiche rivolte al governatore Emiliano.

«Nel primo caso, a Monopoli, di fronte alle iniziali segnalazioni dei cittadini, il presidente della Regione è subito intervenuto e ha preso posizione. Attraverso un comunicato congiunto con l’assessore all’Ambiente, ha assicurato che “saranno indagate tutte le sorgenti emissive presenti sul territorio, a partire da quelle più rilevanti, al fine di individuare ciò che ha arrecato i disturbi olfattivi e i miasmi lamentati dalla popolazione”. Non solo. Sempre nella nota, la Regione comunica di aver “attivato un tavolo tecnico permanente e ha disposto che Arpa Puglia effettui controlli a tappeto nell’area industriale di Monopoli, a tutela della salute pubblica e al fine di adempiere alle disposizioni della legge regionale targata Emiliano sul controllo degli odorigeni. I primi rilievi sono stati effettuati e sono in corso gli accertamenti analitici di laboratorio”».

Al contrario, a Manduria si attende da anni che venga individuata la fonte dei cattivi odori che, in molte giornate dell’anno, rendono irrespirabile l’aria.

«La cittadina di Manduria, invece, non viene degnata di alcuna considerazione, nonostante i cittadini protestino da mesi  contro la qualità dell’aria e chiedano interventi e monitoraggi» continua Francesca Franzoso. «Nella cittadina messapica non si contano le segnalazioni relative a difficoltà respiratorie e nausea. Parliamo di residenti nei quartieri attigui alle discariche, impianti che negli ultimi mesi, su disposizioni di Michele Emiliano, ricevono la frazione organica del Salento e del brindisino, in deroga alle disposizioni vigenti.

Ma Manduria, a differenza di Monopoli, sconta l’assenza di un sindaco e di un riferimento “di peso” nell’esecutivo regionale» è la conclusione cui giunge la consigliera regionale Francesca Franzoso. «Insomma, Emiliano a Monopoli  schiera Regione, Arpa, Asl  e Sezione di Vigilanza Ambientale regionale, per la “ tutela della salute pubblica” e invece Manduria la abbandona a se stessa.

Un “doppiopesismo” inaccettabile, per il quale chiedo che Emiliano ponga subito rimedio».




img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora