venerdì 14 agosto 2020

11/02/2020 09:57:27 - Manduria - Attualità

Inizia a prendere forma la rassegna fieristica marzolina

Ventimila metri quadrati di superficie, dei quali settemila coperti, con sette padiglioni ed oltre 400 espositori.

Questi i numeri dell’edizione 2020 della Fiera Pessima, che sarà inaugurata sabato 7 marzo alle ore 10.

Una vetrina di eccellenza che quest’anno sarà organizzata da Fiere Lucane, dal 1993 un punto di riferimento per l’organizzazione di kermesse fieristiche ed eventi.

«Dopo due anni di assenza, la Fiera Pessima si presenta con un nuovo format, una nuova vision e con la necessità di implementare le sinergie e le strategie tra commercio e territori» viene annunciato dagli organizzatori. «Si punta a rafforzare la sua storicità e la sua unicità per far sì che ritorni ad essere la vetrina d’eccellenza di un intero territorio, capace di attrarre con la sua completa e ampia offerta oltre 80.000 visitatori.

Agricoltura, artigianato, enogastronomia, turismo e commercio: questi i vettori dell’edizione 2020. La volontà di mantenere la tradizione proiettandola nella modernità per il giusto connubio tra una storicità fieristica e il desiderio di sentirsi al passo con i tempi. Soddisfare appieno le esigenze e i bisogni del visitatore».

Novità sia per la veste grafica, sia per la volontà di spostare le attrazioni anche in città.

«Per l’edizione 2020 forte sarà anche il richiamo alla tradizione e comparto turistico. Nei giorni della campionaria non mancheranno spettacoli, laboratori, momenti convegnistici e, novità di quest’anno, la creazione di un cartellone di eventi denominato “Fiera Off” che raccoglierà tutte le iniziative culturali, di animazione e turistiche in città per rafforzare e allungare la permanenza a Manduria».




img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora