domenica 11 aprile 2021

20/12/2020 19:29:19 - Avetrana - Cultura

Pubblicato da Edizioni Convalle, può essere la strenna ideale per coloro che amano leggere

 

Il primo (“La casa sulla scogliera”), quello dell’esordio, è stata una piacevole e gradita sorpresa. Il secondo (“Là dove finisce il fiume”) è la conferma della sua vena letteraria e della sua capacità di coinvolgere, con la sua storia, il lettore e di portarlo a confrontarsi con i sentimenti vissuti dai protagonisti.

Fortunata Barilaro concede il bis. Rispetto al primo romanzo, ambientato in luoghi conosciuti e apprezzati in cui trascorre la seconda parte della sua vita, la scrittrice, avetranese d’adozione, ripropone una trama che ruota attorno ad un mistero fitto, che, pagina dopo pagina, si lascia esplorare. Non un giallo vero e proprio, ma un modo efficace di trattare, quasi in un sottofondo abilmente congegnato, una tematica di sempre più stretta attualità nella nostra Penisola: la scomparsa dei bambini.

In “Là dove finisce il fiume”, Fortunata Barilaro tratta quest’argomento delicato con delicatezza, dimostrando di saper esibire con maestria momenti di fine umorismo (in particolare intrecciando nella trama la presenza di Claudia, “caciottara” amica del protagonista Diego), in contesti tutt’altro che ilari, senza per questo perdere di qualità e pathos.

TRAMA – Tutto nasce da un tradimento. Diego, dopo aver colto la moglie a letto con il suo migliore amico, decide di trascorrere una vacanza per cercare di metabolizzare il duro colpo.

In questo viaggio verso la propria meta, Diego, giornalista che si occupa di finanza, si trova a dover fare i conti con la propria auto che, in piena notte, va in panne in una località di nome Novaterra, paesino in cui si sviluppa la storia. Conosce Nina la “chiacca”, cioè la pazza, ma in realtà diventata tale per il dolore generato dalla scomparsa, diversi anni prima, della propria figlioletta Sara di appena 4 anni. Nina non ha neppure una tomba sulla quale piangere: il corpo della figlia non verrà mai più trovato. Neanche mesi di indagini, infatti, consentiranno di far luce sull’episodio: gli inquirenti arriveranno alla conclusione che la bimba sia caduta nel fiume che passava vicino alla abitazione di Nina e che in quei giorni era in piena.

In questa storia (in cui fanno capolino altri personaggi simpatici, come, ad esempio, la piccola Giorgia), Diego entra gradualmente, lasciandosi prendere, anche perché attratto da questa donna un po’ misteriosa che è Nina, dal desiderio di venire a capo del mistero. Come in ogni trama che si rispetti, la parte finale del libro svelerà, grazie all’intuito e alla testardaggine di Diego, la verità, decisamente differente rispetto alle originarie deduzioni degli investigatori ufficiali.

IL ROMANZO – Fortunata Barilaro richiama con questo romanzo lo stile di un autore di grande successo: Donato Carrisi. Siamo di fronte ad un libro che vale: oltre la storia, oltre i personaggi, c’è uno stile e uno spessore culturale di buon livello.

La mano che scrive è leggera e la lettura è lieve e piacevole al punto da sembrare di essere proprio nei posti descritti. Atmosfere ben tratteggiate, trama ben architettata. Con eccellente abilità, Fortunata.Barilaro romanza sul caso irrisolto di questa bambina scomparsa. Il romanzo si tinge di giallo; ma s’incanta al tempo stesso in una particolare storia d’amore, che fa assumere al libro, nelle sue ultime pagine, una tonalità rosa.

La scrittrice, di professione infermiera, dimostra che la sua è ben più una passione. Il suo è un amore per la scrittura. Lei scrive principalmente per se stessa, probabilmente per un bisogno di comunicare. Scrive bene e meglio, giunge facilmente al cuore del lettore, lo emoziona, come ogni lettore desidera essere deliziato tutte le volte che sfoglia le pagine di un libro e come ogni bravo scrittore deve saper fare. Un talento, insomma, che è sbocciato grazie al fiuto di Edizioni Convalle, una casa editrice che ha il merito di valorizzare le sue opere.

Siamo a pochi giorni dal Natale e questo libro ci sembra la strenna più bella per gli amici e per coloro che sono innamorati dell’odore dell’inchiostro sulla carta e che amano trascorrere il tempo libero leggendo.

Il libro si può acquistare sui siti online oppure direttamente contattando Edizioni Convalle.






img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora