sabato 27 febbraio 2021

24/12/2020 08:24:08 - Manduria - Attualitą

Non solo lo scambio di auguri. Il sindaco ha promesso agli alunni che la loro scuola riaprirà il 7 gennaio, al termine dei lavori per la sostituzione della caldaia dell’impianto di riscaldamento

Nella serata di martedì scorso il sindaco Gregorio Pecoraro ha accolto nella casa di tutti i manduriani gli alunni della classe quinta B dell’istituto comprensivo “Don Bosco”.

Nella settimana precedente il primo cittadino ha invitato tutti i bambini della nostra comunità a scrivere una lettera al sindaco per esprimere i propri pensieri, sentimenti…o anche per un semplice scambio di auguri.

Cogliendo l’invito, gli alunni della V B si sono messi subito all’opera e con la loro missiva, dopo i convenevoli per le presentazioni, hanno avanzato una richiesta a loro molto a cuore.

Considerando l’importanza della Scuola come luogo deputato all’istruzione, auspicano di poter tornare al più presto fra i banchi per riprendere le normali attività didattiche. Infatti, il plesso della primaria e dell’infanzia del comprensivo “Don Bosco”, per problemi legati all’impianto di riscaldamento, ha dovuto interrompere le lezioni in presenza con un’ordinanza del sindaco.

Seduti fra gli scranni della nuova sala consiliare, alla presenza del sindaco e di una rappresentanza della sua Amministrazione, nonché alla presenza della loro dirigente scolastica Luisa Damato e della loro insegnante Rosetta Fanuli, i piccoli allievi del “Don Bosco” hanno ribadito la loro richiesta con interventi brevi ma diretti ed incisivi che hanno lasciato trapelare forti emozioni.

Il sindaco, rivolgendosi ai bambini, ha espresso parole di encomio per la loro lettera, ha rimarcato quanto lo studio sia importante per la formazione del cittadino e quanto l’istruzione concorra a rendere l’uomo libero. Naturalmente ha concluso il suo intervento rassicurando i bambini e i loro genitori che la scuola riaprirà al ritorno dalle vacanze, così da permettere le lezioni in presenza.

La dirigente ha ringraziato a nome di tutta la comunità scolastica del “Don Bosco” per l’opportunità offerta sottolineando l’importanza di un lavoro sinergico di tutte le istituzioni per una comunità che vuole formare e educare.

Alla fine della serata la piccola Ginevra, a nome di tutti i suoi compagni, ha fatto dono al sindaco di un semplice cartoncino augurale realizzato da loro stessi con la poesia “Gesù Bambino, asciuga ogni lacrima” di Giovanni Paolo II.






img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora