martedì 19 gennaio 2021

14/01/2021 10:28:54 - Manduria - Attualità

Oltre ad alcuni dati strettamente tecnici, la relazione lascia trasparire alcune delle volontà della coalizione di governo solo in due settori: quello dello sviluppo del territorio e quello dei servizi di vigilanza

Pubblicata sul portale on line del Comune di Manduria la relazione di inizio mandato della nuova Amministrazione. Oltre ad alcuni dati strettamente tecnici, la relazione lascia trasparire alcune delle volontà della coalizione di governo solo in due settori: quello dello sviluppo del territorio e quello dei servizi di vigilanza.

Per lo sviluppo del territorio, nel documento si legge che «il settore sarà impegnato nella gestione del PUG, adottato dalla Commissione straordinaria nell’agosto 2020, e del Piano Spiaggia, adottato dal commissario ad acta». Non vi è alcun contenuto, però, relativo alle strategie che si intendono adottare in particolare sul PUG, che ha scontentato tantissimi addetti ai lavori (le osservazioni sono attese sino al marzo prossimo).

«Oltre alle rituali attività amministrative inerenti il rilascio di permessi a costruire, il controllo e la vigilanza edilizia del territorio cittadino, occorre porre la massima attenzione alla gestione delle funzioni comunali in materia di igiene ambientale, anche mediante il monitoraggio costante delle attività svolte dalla società che gestisce il ciclo di gestione dei rifiuti urbani» è scritto ancora nella relazione. «L’Amministrazione si fa carico di migliorare la fruibilità delle aree verdi per i cittadini e le famiglie mediante la rivalutazione e il ripristino del verde pubblico e dell’arredo urbano, oltre alla creazione di nuovi giardini come punti di aggregazione sociale; di incrementare i livelli di raccolta differenziata mediante sistemi incentivanti per il cittadino; di realizzare centri per il riuso e la riparazione di beni durevoli; di promuovere iniziative per la sensibilizzazione sulla chiusura del ciclo dei rifiuti, del loro riutilizzo e della sua differenziazione; di ampliare il sistema di videosorveglianza in punti strategici per evitare l’abbandono incontrollato di rifiuti.

Elementi di criticità si ravvisano in materia di fruibilità e valorizzazione del patrimonio. In proposito, non può che auspicarsi l’introduzione di idonee misure atte a consentire l’uso sociale del patrimonio immobiliare pubblico non utilizzato, previo puntuale censimento dei singoli cespiti».

Per i servizi di vigilanza, «le attività di competenza del servizio di Polizia Locale devono essere informate al principio “dell’incremento del livello di sicurezza percepita”, mediante azioni concrete finalizzate alla prevenzione ed alla repressione dei comportamenti illeciti. Tali azioni sono: reintroduzione della figura del nonno vigile; - coordinamento e promozione di ogni intervento per una maggiore presenza delle forze dell’ordine sul territorio; collaborazione con la Protezione Civile e le altre associazioni del territorio; riorganizzazione mediante aumento degli agenti del corpo di Polizia municipale; incremento dei dispositivi di video-sorveglianza all’interno del centro storico e delle periferie».




img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora