domenica 19 settembre 2021

13/07/2021 08:16:00 - Manduria - Attualità

Si tratta di rapaci diurni e notturni, taccole, cardellini, passeri, balestrucci, gazze, ghiandaie, ricci

Le alte temperature mettono a dura prova le attività delle Riserve Naturali, divise tra campagna antincendio boschivo, che vede impiegati gli operatori lungo l’intero litorale tarantino (diventando un presidio di riferimento da Martina Franca, passando per Taranto fino a Nardò) e quelle di recupero della fauna selvatica in difficoltà.

Il Centro delle Riserve Naturali, grazie alla preziosa collaborazione di associazioni, polizie locali e della comunità intera, ha potuto ricoverare, solo questi ultimi 10 giorni, circa 120 esemplari di fauna selvatica in difficoltà (rapaci diurni e notturni, taccole, cardellini, passeri, balestrucci, gazze, ghiandaie, ricci, ...) che, spinti dalla grande afa alla ricerca di ristoro, abbandonano precocemente il nido.

I ricoverati, soprattutto di giovane età, hanno richiesto dedizione per gestire la loro alimentazione e cure, rese gestibili grazie alle nuove attrezzature (guantoni, nuove gabbie e ricoveri termostati), acquistate col contributo della Regione Puglia.

RICORDATE che:

• i rondoni di norma NON si posano per terra, quindi il loro ritrovo necessita un recupero;

• i piccoli dei rapaci notturni (civetta, assiolo, gufo comune e barbagianni), NON vanno mai recuperati perché i genitori trasferiscono per terra i propri piccoli ancora immaturi e lì continuano a nutrirli. I pulli vanno recuperati solo se trovati in zone dove corrono pericoli (auto/strade, cani/gatti...);

• la fauna selvatica, appena stabilizzata clinicamente, viene trasferita all'Osservatorio Faunistico Regionale, con cui collaboriamo;

• per il trasporto dell'avifauna, è preferibile ricorrere a scatole di cartone forato (consente di conservare bene il piumaggio). Sconsigliati tutti i trasportini in rete.

• È imminente il periodo in cui si possono trovare pulli di Grillaio, un falco che nidifica in abbondanza su vecchi edifici e chiese (nel Comune di Manduria due mesi fa sono stati censiti 190 esemplari). Anche loro, spesso a causa dell'eccessivo caldo, possono abbandonare precocemente il nido.

La sensibilità comune aiuterà il nostro lavoro silente, ma incessante, a monitorare, in modo sostenibile, la nostra fauna.









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora