venerdì 06 agosto 2021

21/07/2021 08:38:13 - Manduria - Attualità

Il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, in una nota, pone il problema della carenza di anestesisti e di radiologi, nonché del mancato ritorno al Giannuzzi dell’Oncologia

«Continua da parte dell’Asl di Taranto e dell’assessorato alla Sanità della Regione Puglia l’attuazione di una politica di completo disinteresse “nei fatti” nei confronti dell’ospedale “Giannuzzi” di Manduria.

Infatti, mentre da un lato registriamo dichiarazioni di attenzione nei confronti del nosocomio manduriano, dall’altro i fatti smentiscono clamorosamente le parole. Basti guardare la situazione degli anestesisti presenti presso il “Giannuzzi”. Sono solo in tre al 19 luglio e non si vede come possano con un numero così esiguo portare avanti un reparto, se non a costo di turni massacranti che i medici sono costretti a sopportare loro malgrado.

Ma c’è da chiedersi: sino a quando saranno in grado di farlo? In più occasioni, si è chiesto di potenziare il personale di questo reparto, anche con convenzioni esterne, ma tutto ciò non è avvenuto ed il silenzio su questo tema da parte dell’Asl di Taranto è assordante e preoccupante.

Forse è il caso che la dirigenza Asl valuti il trasferimento di qualche anestesista da altri centri ospedalieri della provincia in favore di Manduria. Discorso ancor più grave interessa la Radiologia, dove a causa della scopertura di turni, in più di un’occasione le lastre per la valutazione vengono addirittura portate a Taranto. Per quanto riguarda Oncologia, ancora non è chiaro quando rientrerà a Manduria. Ad oggi, centinaia di pazienti sono costretti a recarsi quotidianamente a Francavilla Fontana con tutte le difficoltà del caso.

Pertanto, alle tante promesse di Lopalco e compagni non stanno seguendo i fatti e l’ospedale di Manduria continua a rimanere la cenerentola della provincia di Taranto, se non della Regione Puglia. E’ chiaro che non possiamo accettare ulteriormente questo stato di cose e non la può accettare il territorio che non può che ribellarsi a questo tipo di trattamento».

 

Dario Iaia

Sindaco di Sava e coordinatore provinciale di FdI









img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora