domenica 16 gennaio 2022

08/01/2022 13:16:56 - Manduria - Attualità

Siglato un apposito accordo di programma con la Stazione Zoologica Anton Dohrn e il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare

Il 2022 dell’area protetta inizia con l’avvio di un importante progetto di “Monitoraggio della Biodiversità nelle Riserve Naturali R.O. del Litorale Tarantino Orientale”, finanziato con delibera di giunta regionale n. 846/2021per valutare l'efficacia delle misure di conservazione di habitat e specie, animali e vegetali della Puglia.

L'intervento proposto dall'Ente consiste nel monitoraggio biennale dello stato della biodiversità marina, costiera e terrestre nella ZSC (Zone Speciali di Conservazione), IT9130001 “Torre Colimena”. In considerazione dell’ampiezza della ZSC marina e del pregio ambientale degli habitat presenti nello specchio acqueo interessato dalla presenza della ZSC Torre Colimena, si avviano le attività di monitoraggio degli habitat e delle specie presenti, allo scopo di acquisire informazioni in merito alla presenza, distribuzione e stato di salute dellepraterie di Posidonia oceanica e lescogliere a coralligeno.

Queste attività, grazie ad un Accordo di Programma, saranno svolte in collaborazione con la Stazione Zoologica Anton Dohrn (SZN) e il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare (CoNISMa), che promuovono ricerca di eccellenza in ambito nazionale e internazionale, finalizzata all'ampliamento delle conoscenze degli habitat marini.

La Stazione Zoologica Anton Dohrnè stata fondata nel 1872 ed è tra i più importanti enti pubblici di ricerca e la sua missione primaria è lo studio sui processi fondamentali della biologia, con specifico riferimento agli organismi marini e alla loro biodiversità, in stretto legame con lo studio della loro evoluzione e della dinamica degli ecosistemi marini.

Il CoNISMa realizza progetti di ricerca, di formazione e altre attività scientifiche ed applicative nel campo delle Scienze del Mare. Il Consorzio è nato per favorire la collaborazione non solo tra le Università consorziate, ma anche tra Università, organismi pubblici e privati di ricerca nazionali e internazionali.

Il progetto prevede, inoltre, lo studio di alcune “celle” individuate nel Piano Nazionale di Monitoraggio e di ulteriori habitat prioritari tra cui quelli dunali, le lagune costiere e i percorsi sub steppici di graminacee e piante annue di Thero-Brachypodietea. Sarà effettuato il monitoraggio delle specie presenti, con priorità al fratino e al cavaliere d’Italia, oltre che i lepidotteri diurni, i chirotteri, i rettili e gli anfibi, con delle azioni specifiche/pilota sul monitoraggio dei siti di nidificazione di Caretta caretta.

Il progetto rappresenta una grande opportunità per far conoscere le peculiarità delle Riserve Naturali alla Comunità scientifica internazionaleimplementare gli studi sull’area protetta, valutare l’incidenza delle attività antropiche e sviluppare interventi e strumenti per supportare le misure di conservazione.







img
Cucina d'asporto e Catering
con Consegna a domicilio

Prenota Ora